cavallerizza reale
News
IL CASO I pusher hanno anche accerchiato una volante

Una terra di nessuno tra stupri e violenze: «Allarmi inascoltati»

Tutti gli interventi della polizia in quattro mesi. Tre anni fa le foto di quei locali invasi dai rifiuti

Rapine, aggressioni, spaccio. Addirittura uno stupro. Tutto solo negli ultimi quattro mesi.

No, non stiamo parlando di Barriera di Milano, di Aurora o del Valentino. Parliamo della Cavallerizza Reale, via Rossini angolo via Verdi, a un pugno di metri dalla Mole. Il cuore di Torino, da qualche mese in mano a sbandati di ogni tipo. Lo hanno ammesso, dopo il rogo che ha devastato il tetto della struttura, gli stessi ragazzi dei Collettivi che da anni hanno occupato abusivamente l’edificio: «Da qualche tempo qui girano personaggi strani – hanno detto ai giornalisti – facciamo fatica a tenerli fuori». Chi siano questi “personaggi strani” lo ha poi chiarito direttamente il questore Giuseppe De Matteis: «Da giugno a oggi abbiamo raccolto le denunce di almeno dieci reati gravi, tutti accaduti alla Cavallerizza o nelle immediate vicinanze».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo