TeatroRegio
News
LA PRESENTAZIONE Graziosi: «Per questa stagione niente direttore musicale»

Teatro Regio pop e low cost: «Risparmio per un milione»

Svolta nella programmazione: in cartellone opere a basso budget in grado anzitutto di attirare pubblico

Un milione di euro. È il tesoretto che il Teatro Regio prevede di mettere da parte con opere low cost e capaci di attirare un nuovo pubblico, tournée dai guadagni vantaggiosi e nessun direttore musicale, per una nuova stagione che arriva dopo quello che è stato da tutti definito «un momento di bufera».

A essere ottimista è il nuovo direttore artistico Alessandro Galoppini: «Per questa stagione spenderemo 6 milioni e 300mila euro – ha spiegato – e quindi prevediamo di mettere da parte, facendo una differenza tra i risparmi e gli incassi di biglietteria, di un milione di euro».

Ognuno dei 14 titoli messi in cartellone, infatti, è stato scelto in base ad una precisa stima di costi e guadagni: «Abbiamo tolto “Siberia” perché aveva un costo a recita lordo di 100mila euro, con un incasso previsto tra i 50 e i 60mila – ha continuato Galoppini -, mentre “Il trovatore” costerà 76mila con un guadagno previsto compreso tra gli 80 e gli 85mila euro».

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo