befana gn eventi torino
Eventi
6 GENNAIO

Teatro, musei e circo: la Befana è pronta al suo giorno di festa

Sul palco resistono al Covid Luca Bono, Pintus, Gobetti. Il Massimo ripropone “Alice nel paese delle meraviglie” e a Bardonecchia c’è il concerto della Soul Street Band

È quasi giunta l’ora dell’Epifania “che tutte le feste porta via”. Ma prima di andarsene a cavallo della sua spelacchiata scopa, la simpatica nonnina tanto amata soprattutto dai più piccoli, che il 6 gennaio attendono la calza piena di dolcetti o carbone, regalerà a tutti i torinesi ancora un giorno di festa e di svago. Purtroppo, a causa della pandemia in corso e della recente impennata di contagi, sono stati molti gli eventi annullati, tra mercatini in provincia, soprattutto in montagna, e appuntamenti di vario genere. Ma la Befana tiene duro e offre comunque tra Torino e dintorni, un’ampia gamma di cose da fare.

In città diversi gli spettacoli a teatro: “La Lettera” al Gobetti di Nullo Facchini e Paolo Nani mentre al Teatro Colosseo “Non è come sembra” con Angelo Pintus. E poi, imperdibile è lo spettacolo di magia, e molto di più, del grande Luca Bono alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani. Per soddisfare i gusti di grandi e piccini ci sono anche gli show al Circo Medrano alla Pellerina: in scena le abilità dei fratelli Casertelli e di alcuni grandi artisti del Cirque du Soleil. Le famiglie si divertiranno anche al Cinema Massimo dove, per la rassegna dedicata a Walt Disney, verrà proiettato “Alice nel paese delle meraviglie”: un viaggio nel nonsense, tra conigli bianchi e regine di cuori che farà restare a bocca aperta i bambini e riporterà indietro nel tempo genitori e nonni.

Per chi vuole ancora restare in tema natalizio, c’è, nel Duomo di Torino, il presepe della Basilicata di Franco Artese e per gli appassionati di arte e cultura ci sono i musei aperti. In particolare, i Musei Reali propongono, fino al 9 gennaio, la mostra dedicata a Cipro e, sempre fino a quella data, “In Between” le statue tatuate di Fabio Viale, senza contare nelle Sale dei Maestri Caravaggeschi, al primo piano della Galleria Sabauda, fino al 22 febbraio, l’opera di Orazio Gentileschi Santa Cecilia che suona la spinetta e un angelo, in prestito dalla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia. Aperti anche la Biblioteca Reale e la caffetteria. Ma non manca il divertimento anche fuori città. A Carmagnola c’è, nella Chiesa della Misericordia, il concerto “Concertando con i Re Magi” della Camerata Corale Grangia, mentre alla Palazzina di Stupinigi, in onore della mostra fotografica “Animals”, prendono il via gli appuntamenti famigli friendly fra visite guidate e attività di vario tipo. Chi è ancora in montagna per le feste, a Bardonecchia, per gli spettacoli itineranti in giro per la città, si esibisce la Soul Street Band che allieterà il pomeriggio di residenti e turisti, a partire dalle 15,30.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo