Tav
News
IL FATTO

Tav, finalmente riaprono i cantieri: si parte dalle nicchie per il tunnel

Affidato a Impregilo un appalto da 40 milioni: primo passo verso la galleria di base

Ora non si torna davvero più indietro. Non dopo l’affidamento dell’appalto per la realizzazione delle nicchie di interscambio nel cantiere del Tav a Chiomonte, che segna ufficialmente la ripartenza dei cantieri in Valsusa.

I lavori sono stati assegnati da Telt al raggruppamento composto da Salini Impregilo, Vinci Constructions France, Csc Entreprise de Constructions, Dodin Campenon Bernard: una cordata che mette insieme Italia, Francia e Svizzera.

Il contratto ammonta a 40 milioni di euro e prevede la realizzazione di 23 allargamenti di circa 3 metri per 40, all’interno della galleria geognostica esistente, con l’impiego di oltre 50 lavoratori per 19 mesi. Il primo passo verso la realizzazione del tunnel di base.

Così facendo, infatti, il cunicolo originario scavato alla Maddalena, ultimato nel 2017, diventerà a tutti gli effetti una galleria di servizio al tunnel di base che consentirà le movimentazioni dei camion nel cantiere.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo