tav giornale ok
News
IL FATTO

Tav, 32 milioni per la Val Susa: «Anticipo del 30% ai Comuni»

La Regione approva la convenzione per fare partire le opere di compensazione

Non solo un “via libera” formale alle opere di compensazione del Tav, ma anche un importante anticipo economico sull’apertura dei cantieri per evitare che le casse dei Comuni della Val Susa, già in difficoltà per la pandemia, finiscano in grave sofferenza. La Regione, infatti, ha approvato i criteri della convenzione sul finanziamento delle opere di compensazione prioritarie per il Tav, una prima tranche da 32.129.919 euro che permetterà di realizzare 24 interventi nei Comuni lungo il tracciato italiano della tratta transfrontaliera, una volta ratificata l’intesa con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Telt e Fs per regolare i rapporti e le modalità di erogazione delle risorse.

Soldi che saranno anticipati fino al 30% così da consentire alle amministrazioni locali di procedere immediatamente con la progettazione e l’avvio delle opere senza dover attingere dalle proprie casse.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo