vip auguri natale
Cronaca
I SALUTI

«Tanti auguri ai lettori»: le feste dei nostri Vip in cucina e coi parenti

Tra bollito misto e buoni propositi per il 2023

C’è chi approfitterà delle feste per staccare un po’ la spina, chi troverà ristoro nei pranzi in famiglia e chi invece è si concede solo pochi giorni di stop prima di tornare a lavoro. È il caso della presidente del Museo Egizio di Torino, Evelina Christillin. «Rimarrò a Torino durante le feste di Natale, ad accogliere i tanti visitatori che arriveranno al Museo Egizio» racconta e coglie l’occasione per augurare «buone feste alle lettrici e ai lettori di Torino CronacaQui, che ci seguono sempre con tanto affetto». Pregusta il bollito misto del pranzo del 25 dicembre il presidente di Confesercenti Torino, Giancarlo Banchieri. «Trascorrerò questi giorni in parte lavorando e in parte in famiglia – spiega -. Auguro a tutti i vostri lettori un 2023 sereno. Sperando che per ciascuno di loro il meglio debba ancora arrivare». Sta facendo la crema pasticcera per la cena della Vigilia la presidente di Ascom Torino e provincia Maria Luisa Coppa, quando la raggiungiamo al telefono. «Ho già iniziato a cucinare per essere pronta per domani» sorride. «Mi auguro che tutti possano trascorrere dei momenti di felicità con i propri cari». Passerà le feste con la famiglia anche la vicesindaca del Comune di Torino Michela Favaro. «Dedicherò alcuni momenti di svago a fare escursioni di sci alpinismo. Una mia grande passione» ci racconta, facendo gli auguri ai lettori del giornale. Si divide tra palco e famiglia il grande Jhonson Righeira. «Passero la vigilia con mia sorella e i parenti – fa sapere -. Mentre il giorno di Natale andrò in provincia di Udine per lavorare la sera, quindi viaggerò». Ai lettori del giornale «preferisco fare gli auguri di buon anno, visto che dura 365 giorni. Dal canto mio contribuisco producendo ancora del buon vino». Pizza e Champagne a casa con la moglie e il figlio e la tradizione di andare al cinema per Andrea Zalone, autore teatrale e televisivo e spalla inseparabile di Maurizio Crozza. «Andremo a vedere Avatar 2» racconta e si augura «che cambi l’aria a Torino. È troppo inquinata». È pronto a brindare anche lo chef del Birichin Nicola Batavia. «In una sola giornata coniugo lavoro e famiglia. I miei due grandi pezzi di cuore». Sarà un Natale tra l’affetto dei propri cari anche per il presidente della Cna Torino, Nicola Scarlatelli. Il suo augurio va oltre le festività natalizie e si estende al 2023: «Che sia un anno speciale, di ripresa vera per la nostra economia e per la nostra società. Abbiamo bisogno di pace, di tranquillità, di normalità. Abbiamo bisogno di riscoprire le cose vere della vita, il contatto con le persone, il dialogo, l’attenzione verso l’altro, il rispetto, la moderazione». E poi c’è il presidente della Regione Alberto Cirio, che come ogni anno si dedicherà alla famiglia e ai figli.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo