Auguri
Cultura
I NOSTRI VIP Un pensiero speciale per iniziare al meglio

Tanti auguri ai lettori dai torinesi eccellenti: «Insieme ce la faremo»

I personaggi di cultura, sport, spettacolo, economia e sanità tra sogni per il futuro e la speranza di ritrovare la normalità

Politici e artisti, sportivi, personaggi del mondo della cultura, dell’impresa, della sanità, dello spettacolo e della Tv. I torinesi eccellenti hanno voluto cominciare l’anno con un augurio speciale, dedicato ai lettori di TorinoCronaca, con cui ciascuno ha voluto dare un messaggio di speranza in questo momento difficile. «Perché tutti insieme ce la faremo». E allora tanti auguri da Evelina Christillin, presidente del Museo Egizio di Torino, da Ilaria Bonacossa, direttore di Artissima, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente dell’omonima Fondazione e dall’artista Ugo Nespolo. E poi il presidente della Regione, Alberto Cirio, Franca Fagioli, anima e cuore pulsante dell’ospedale Regina Margherita, vincitrice del Premio Quarto Potere 2021, come Bonacossa e Paolo Manera, direttore della Film Commission. Auguri dal mondo dello sport arrivano dal tennista Lorenzo Sonego, dal campione olimpico Livio Berruti, dal presidente del Cus Torino, Riccardo D’Elicio. Tra chi ha voluto far pervenire il proprio messaggio, il presidente del Salone dell’Auto, Andrea Levy, gli showman torinesi Piero Chiambretti e Marco Berry, il mago Luca Bono. Dal mondo della sanità, così importante in questa pandemia, tanti auguri dal dg dell’Asl Città di Torino, Carlo Picco, e dal professor Giovanni Di Perri dell’Amedeo di Savoia.

Alberto Cirio  «Le cose che vorrei augurarvi sono tante. Ma forse ce n’è una che le racchiude tutte. Vi auguro la forzadi guardare avanti. Di avere fiducia. Di pensare e agire con buonsenso. Di prendervi cura di quello che amate. Vi auguro la forza delle vostre radici. La forza che il nostro Piemonte ha nel suo dna. E che ogni piemontese, nativo o d’adozione, porta salda nel cuore».

Evelina Christillin «Un affettuoso augurio a tutti gli amici e le amiche di Torino CronacaQui, ringraziando per il vostro supporto al Museo Egizio, e sperando davvero in un anno migliore, ricco di salute, serenità e nuovi progetti».

Piero Chiambretti  «Cari torinesi in questa giornata che dovrebbe essere di festa ma che non lo è più da due anni, voglio augurarvi e augurarmi un 2022 normale, uno di quegli anni come una volta quando ci si incontrava e ci si abbracciava».

Lorenzo Sonego «Ciao a tutti, sono Lorenzo Sonego e auguro a tutti i torinesi un anno pieno di soddisfazioni e di grande felicità. Da oggi in Australia comincio un anno importante per la mia carriera. Nel 2022 sogno di scalare la classifica e magari, perché no, di giocarmi fino all’ultimo la possibilità di esserci anche io nella mia città per le Atp Finals 2022».

Franca Fagioli «Auguro a tutti e in particolare ai nostri bambini uno splendido anno nuovo, ricco di opportunità e libero dalle difficoltà derivanti dal momento contingente».

Riccardo D’Elicio «Auguro un buon 2022 a Torino. Che sia un anno di rilancio per la nostra città, anche se dovremo essere ancora previdenti e prudenti. E che lo sport, come sempre, ancora una volta, possa continuare a essere di aiuto alle famiglie sia per la socializzazione dei loro ragazzi sia per la loro crescita quotidiana all’insegna dei valori che solo lo sport sa trasmettere».

Patrizia Sandretto «Auguro a tutte le torinesi e ai torinesi uno splendido 2022, con la consapevolezza che la Cultura migliora e arricchisce le nostre vite».

Luca Bono «Mi auguro che il nuovo anno possa magicamente riservarci quella serenità che ci è mancata e di cui abbiamo grande bisogno. Che sia un anno ricco di spettacoli, eventi, abbracci, applausi, spensieratezza, incontri, emozioni, condivisione e mille occasioni per ritrovarci tutti insieme a godere dal vivo di istanti unici e irripetibili».

Andrea Levy «Buon anno agli amici di Torino CronacaQui, con l’augurio (ed il mio impegno) affinché Torino possa ospitare nel 2022 un nuovo evento internazionale».

Ilaria Bonacossa «Per dirla con una frase di Ken Robinson: “Più il mondo diventa complesso, più creativi dobbiamo diventare per raccogliere le sue sfide”… Il mio augurio per il 2022 è che tutti sappiano diventare creativi per affrontare le nuove sfide del presente».

Marco Berry «Auguro a tutti di mirare alla luna. Mal che vada, arriverete tra le stelle. Non è mia questa frase, è di un filosofo, ma è carina e mi sembra perfetta per augurarvi un buonissimo anno nuovo». Paolo Manera «Un augurio a Torino di un 2022 come città sempre più aperta, internazionale, creativa, ospitale, e cinematografica!».

Livio Berruti «Mi auguro che Torino si concentri su lavoro e occupazione, e con i fondi in arrivo dall’Europa ritrovi quella flessibilità e quella creatività imprenditoriale che nel passato le hanno permesso di essere una protagonista del miracolo economico dei lontani anni Cinquanta».

Ugo Nespolo «Tra tanti auguri che si potrebbero fare, a partire dalla salute e dalla libertà, vorrei farne uno più intimo. Mi piacerebbe che sempre più persone, ma anche tutte, possano trovare a loro modo un maggiore conforto nell’arte, secondo il loro bisogno. Poterne fruire, innanzitutto e scoprire un sentimento al di là del mercato o delle logiche dell’investimento. Un’arte che possa essere apprezzata come un conforto, una consolazione dell’anima attraverso l’estetica».

Carlo Picco «Sogno e mi auguro che i miei collaboratori, dopo due anni di sacrifici e impegno smisurato, possano prendere un po’ di fiato. I primi tre mesi di quest’an – no, purtroppo, saranno in salita, tra la campagna vaccinale, contagi in aumento e gli ospedali che si stanno lentamente progressivamente affollando di pazienti Covid. Poi, secondo me, andrà meglio, dovremmo ritornare a concentrarci sulle liste d’attesa».

Giovanni Di Perri «Il 2021 non è stato un anno semplice, per questo mi auguro che quello appena iniziato ci porti una terapia facilmente disponibile e un vaccino aggiornato».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo