RONDISSONE Bottino a quattro zampe

Svaligiano appartamenti e ville e rubano anche il cane Briciola

Il Beagle è stato liberato dalla polizia che ha arrestato i tre ladri

Accovacciato nel baule dell’auto c’era un Beagle impaurito, un cane di nome Briciola che poco prima tre ladri avevano rubato in una villa nel Novarese. La polizia Stradale che ha fermato i malviventi ha già riconsegnato Briciola all’affetto dei suoi padroni. Invece, per i tre pendolari dei furti in appartamento si sono aperte le porte del carcere di Ivrea.

Gli agenti li hanno arrestati al termine di un lungo inseguimento sull’autostrada A4 Torino-Milano. Sulla loro auto, con targa clonata, sono stati trovati monili d’oro, gioielli con pietre preziose e denaro contante per un valore complessivo di circa 70mila euro. Parte del bottino dell’ultimo furto, anche il Beagle. I furti sono avvenuti in provincia di Bergamo e Monza e sono stati fermati durante un controllo ordinario della Stradale sull’autostrada, infatti la vettura su cui viaggiavano i banditi, una Ford Fiesta di colore chiaro, procedeva a velocità particolarmente sostenuta e la targa anteriore e diversa da quella posteriore.

L’auto è stata seguita fino a Rondissone dove sono avvenuti gli arresti. La banda, composta da tre canavesani di 50, 40 e 34 anni, era già conosciuta e finita nei guai per reati contro il patrimonio. I tre sono anche accusati di truffe perpetrate nei confronti di persone anziane, raggirate mediante l’esibizione di falsi tesserini di riconoscimento appartenenti all’arma dei carabinieri o altri di diversi comuni piemontesi e lombardi. I malviventi utilizzavano diverse targhe clonate già predisposte con caratteri alfanumerici diversi, applicate con supporto adesivo di volta in volta al veicolo utilizzato, così da non renderlo identificabile anche in occasione di transito presso i caselli autostradali e senza neppure corrispondere il pedaggio.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single