Il supermercato Coop nell’area ex Alfa Romeo
News
VIA BOTTICELLI

Superstore Coop nell’ex Alfa. Dopo 26 anni addio degrado

Nel 2019 aprirà un ipermercato nell’ex Pastore di via Perugia

Le trattative sono durate 26 anni, ma alla fine, la Coop in via Botticelli è diventata realtà. È stato inaugurato ieri il superstore di Nova Coop, nell’area che un tempo ospitava l’Alfa Romeo e che oggi viene rinnovata a favore del territorio, con innovazioni tecnologiche e nuovi posti di lavoro. Si tratta di 8.500 metri quadrati di superficie, distribuiti su un unico piano, di cui circa 3.500 dedicati all’iperstore, dotato anche di 650 parcheggi sotterranei predisposti anche per le auto elettriche. Delle 214 persone che lavorano nel nuovo centro commerciale, ben il 70% sono nuovi assunti che hanno seguito un percorso di formazione di 5mila ore. Tante anche le novità tecnologiche, con totem informativi che consentono ai clienti di orientarsi tra gli scaffali tramite geolocalizzazione.

I reparti gastronomia, il corner bar e l’angolo sushi sono inoltre dotati di totem touch screen “zero attesa” connessi a un dispositivo portatile per permettere al cliente di selezionare i prodotti e le quantità desiderate, prenotarli e ritirarli quando viene avvisato da un messaggio. L’espansione della Coop in periferia però non si ferma qui. Il prossimo anno infatti è prevista l’apertura di altri due store, in via Perugia e in via San Paolo, angolo corso Rosselli. Quest’ultimo sarà basato sul modello “stand alone”: permetterà cioè ai cittadini di ritirare la spesa direttamente in auto oppure di riceverla comodamente a casa. «Con questa amministrazione – afferma il presidente di Nova Coop, Ernesto Dalle Rive – siamo finalmente riusciti a concretizzare l’apertura». Dalle Rive, inoltre, si schiera fermamente contro la proposta del governo di chiudere i supermarket la domenica. «È il secondo giorno dopo il sabato come volume di vendite – aggiunge – e poi i nostri dipendenti ci chiedono di lavorare la domenica perché vengono pagati di più».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo