Superman Buffon
News
IL PERSONAGGIO

Superman Buffon al Parma, i tifosi: «Ti aspettiamo in A»

L’annuncio a 20 anni esatti dall’ultima coi ducali

Un video di circa un minuto, una capsula del tempo con dentro cimeli del passato. Hanno scelto il giorno del suo ultimo match in crociato 20 anni fa e ufficializzato con un tweet del Parma Calcio condiviso dal presidente Kyle Krause: «He is back where he belongs. He is back home». Ritorna a casa, ora è ufficiale, Gigi Buffon. Il giocatore, 43 anni lo scorso mese di gennaio, ha accettato il contratto biennale offerto dal Parma e sarà il portiere titolare della prossima stagione che il club emiliano disputerà in serie B. Una carriera, quella di Buffon, iniziata proprio nel settore giovanile del Parma nell’estate del 1991. Poi, domenica 19 novembre 1995, il debutto in serie A a soli 17 anni contro il Milan e fu subito il migliore in campo. Con la maglia del Parma Buffon ha già totalizzato 220 partite vincendo una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana e una Coppa Uefa. L’ultimo atto, di quella prima avventura, esattamente il 17 giugno di venti anni fa fu all’Olimpico contro la Roma. Poi il passaggio alla Juventus e la grande carriera internazionale. «Siamo entusiasti di dare il benvenuto a Gigi Buffon – ha detto ancora Kyle Krause -. Vogliamo riportare questo club leggendario dove gli compete. Il ritorno di Buffon è un’altra conferma di questa nostra ambizione. È un momento davvero speciale per tutti noi». Il ritorno di Buffon è stato immortalato con un video girato in gran segreto nei giorni scorsi al Tardini dove lo stesso portiere recupera da una buca scavata in una porta la sua “capsula del tempo” con dentro foto, maglie e la classica maglietta azzurra con la “S” di Superman, il soprannome che coniarono per lui proprio a Parma. “I’m in”, io ci sono, la replica di Buffon, pronto a giocare a far l’americano. Il nuovo numero 1 sarà presentato ufficialmente nei prossimi giorni. Tante le reazioni dei tifosi sui social network: «Ti aspettiamo in Serie A», l’augurio più gettonato.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo