"Un mese fa tutti paladini delle donne e oggi..."

Supercoppa, ancora polemiche: flash mob dei Radicali davanti sede Juve

Chiesto al club bianconero di non giocare la partita o di far esporre ai calciatori un segno sul volto

Non si placano le polemiche intorno alla Supercoppa Italiana. Le limitazioni alle donne nello stadio di Gedda, in Arabia Saudita, hanno scatenato la protesta di una decina di militanti di +Europa e dei Radicali Italiani, che hanno dato vita a un flash mob davanti alla sede della Juventus a Torino.

“Chiediamo che non si giochi la Supercoppa Italiana a Gedda o quantomeno che i giocatori scendano in campo con un segno nero sul volto”, la richiesta avanzata dal coordinatore dei Radicali +Europa Silvio Viale.

“Un mese fa tutti paladini dei diritti delle donne, oggi tutti burattini ed è una vergogna che si siano venduti i diritti delle donne per una partita di calcio in Arabia Saudita – ha concluso l’organizzatore della manifestazione – dove le donne non possono accedere da sole allo stadio”.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single