Il suk di via Carcano a Torino
News
Ieri mattina l’omicidio di un 52enne tra le bancarelle del mercato del “libero scambio”

FOLLIA AL SUK. Ucciso con una coltellata alla gola, il caso sbarca in Consiglio comunale

Lo Russo (Pd): “Chiederemo alla sindaca Appendino cosa pensa di fare la sua amministrazione”. M5s: “Noi sconvolti altri strumentalizzano”

L’omicidio consumato nella “cosiddetta area di libero scambio” di Torino è “un episodio gravissimo su cui è opportuno fare luce. E prendere provvedimenti, se necessario anche drastici”. Lo ha dichiarato, a caldo, il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Stefano Lo Russo annunciando che nella seduta odierna dell’assemblea di Palazzo Civico “chiederemo alla sindaca Appendino di riferire in Consiglio comunale e dire cosa pensa di fare la sua amministrazione a fronte di quanto accaduto”.

IL CASO SBARCA IN CONSIGLIO
Il delitto di via Carcano – dove ieri mattina il 52enne di Settimo Torinese Maurizio Gugliotta è stato ucciso da un 27enne nigeriano con una coltellata alla gola (il fendente gli ha reciso la giugulare) – sbarca, dunque, all’attenzione del parlamentino municipale e diventa, con ogni probabilità, uno dei temi più caldi tra quelli in calendario oggi.

DERI (PD): “REGOLE CHIARE E SPAZI DEFINITI PER IL SUK”
“Il Suk avrebbe dovuto avere regole chiare e spazi definiti, ma soprattutto contrastare l’abusivismo e l’illegalità”, ha detto il presidente della Circoscrizione 7 Luca Deri (Pd) dopo l’assassino del 52enne di Settimo Torinese. “Obiettivo fallito, per questo ne chiediamo da subito l’immediata sospensione” ha aggiunto.

M5S: “NOI SCONVOLTI, ALTRI STRUMENTALIZZANO”
“Quanto successo in via Carcano ci sconvolge e ci addolora; un uomo ha perso la vita ed è l’unica cosa a cui riusciamo a pensare”. Così il gruppo M5S in consiglio comunale di Torino ha commentato l’omicidio al “mercato del libero scambio”. “Le becere strumentalizzazioni politiche – hanno aggiunto i pentastellati – le lasciamo, come al solito, agli altri partiti che evidentemente non hanno di meglio da fare che pensare di trovare colpe nell’attuale amministrazione che si prende la responsabilità di far funzionare quanto di malfunzionante ha trovato”.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo