arresto cc
Cronaca
VOLPIANO: in manette un 57enne

Stupra una 90enne, badante arrestato: gli abusi nei video

L’anziana non era in grado di capire e neanche di denunciarlo. E’ stato incastrato dalla telecamera nascosta dai carabinieri

Stuprata più e più volte dall’uomo che doveva prendersi cura di lei e che invece non ha esitato ad approfittare della sua debolezza per soddisfare le proprie voglie malate.

È una storia raccapricciante quella che arriva da Volpiano, di quelle che si fa fatica a sentire e pure a raccontare. Un badante che invece di accudire al meglio delle proprie capacità la sua assistita, una invalida 90enne, abusava sessualmente dell’anziana malata e incapace di intendere e di volere. Incapace di difendersi e di capire quanto le stava accadendo dentro le mura della sua casa.

Venerdì scorso, i carabinieri della compagnia di Chivasso hanno arrestato un uomo di 57 anni, italiano, accusato di violenza sessuale nei confronti dell’anziana che accudiva in qualità di badante.

A far partire le indagini è stata una segnalazione dell’amministratore di sostegno della vittima che, evidentemente, aveva notato qualcosa di strano nel corso dell’estate appena terminata. Dopo una prima denuncia a carico del 57enne, lo scorso mese di settembre, qualche giorno fa è scattato l’arresto per l’uomo su ordinanza di custodia cautelare.

La vittima delle violenze, malata di demenza senile, non avrebbe mai potuto denunciare le atrocità che stava subendo. Impossibile quindi chiedere a lei cosa stesse accadendo in quella casa e se davvero i terribili sospetti del suo tutore avessero un fondamento. Per questo, dopo aver ricevuto la prima denuncia, le forze dell’ordine non hanno potuto fare altro che posizionare delle telecamere nascoste nella camera da letto dell’anziana donna. A quel punto, dopo i semplici sospetti, le immagini acquisite dalla forze dell’ordine hanno mostrato una tremenda realtà: l’uomo abusava sessualmente della donna. Immagini durissime da vedere anche per gli inquirenti: nei video registrati dalle apparecchiature installate dai carabinieri, il 57enne si accaniva contro la sua assistita con una serie di violenze sessuali non appena i due restavano da soli. Evidentemente era tranquillo, sicuro che la donna, a causa del suo stato di salute, mai avrebbe potuto denunciarlo. Una vittima debole e indifesa, che rende, se possibile, il suo crimine ancora peggiore.

Una storia che ha scosso la città e che colpisce un uomo che a Volpiano è conosciuto come una persona senza alcuna macchia. Nei prossimi mesi, dunque, toccherà alle aule di Tribunale approfondire la storia ed emettere un giudizio ai danni del 57enne volpianese.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo