galleria commerciale
Cultura
CORSO ROMANIA

Street art, biblioteca e cultura: arte nella galleria commerciale

L’evento promosso da Nhood al Centro commerciale Porte di Torino

Aprirà questa mattina presso il centro commerciale Porte di Torino di corso Romania 460, alle 10.30, quella che è stata definita “la biblioteca più grande del mondo”. Un intervento di riqualificazione urbana a colpi di street art e realtà aumentata, realizzato con gli artisti Vito Navolio, gli Howlers Bios, Gioele Bertin e Francesca Melina e la partecipazione delle scuole del territorio. Progetto promosso da Nhood, società di consulenza e servizi immobiliari a 360 gradi specializzata in progetti di riqualificazione urbana, in collaborazione con Mau-Museo di Arte Urbana, Bepart società cooperativa impresa sociale, Maua-Museo di Arte Urbana Aumentata e l’Agenzia 10Eventi di Torino.

Diversi gli interventi artistici realizzati sotto il coordinamento di Edoardo Di Mauro, direttore del Mau e dell’Accademia Albertina, e che si articoleranno ulteriormente nei prossimi due anni. I primi hanno interessato il parcheggio del piano superiore del centro commerciale, qui gli street artist Howlers, Gioele Bertin e Francesca Melina hanno realizzato una grande pittura murale dove la figura di Dante è fiancheggiata dalla Divina Commedia e dagli altri suoi componimenti che hanno reso celebre in tutto il mondo il Dolce Stilnovo. Le copertine di questi libri prenderanno vita grazie alle sei installazioni in realtà aumentata realizzate dagli studenti delle scuole del territorio, durante i laboratori creativi di sceneggiatura, recitazione e riprese video. Inquadrandole con lo smartphone – con la app Bepart – il pubblico vedrà comparire delle animazioni, ovvero dei brevi videoclip ispirati alle trame e ai personaggi di alcuni dei più grandi classici della letteratura. Sempre nell’area eventi si può ammirare l’intervento di Vito Navolio, che ha realizzato un’opera di grande impatto visivo, dedicata alla lettura come pratica quotidiana, con volti di giovani e bambini immersi nelle pagine.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo