Un lupo ucciso nel Torinese
News

IL CASO. Strage di lupi nel Torinese: trovate altre due carcasse

Roure. Altri due lupi investiti e uccisi da un’automobile lungo le strade della provincia di Torino. Questa volta è capitato a Roure, sulla provinciale del Sestriere, e a Novalesa, in Val di Susa. Con questi ultimi due casi, sono sette i lupi morti in questo modo dall’inizio dell’anno.

L’animale di Roure è stato investito la vigilia di Natale da un automobilista che poi si è allontanato, pensando probabilmente di aver travolto un cane randagio. Invece era un lupo, come hanno accertato i veterinari dell’Asl To3, intervenuti sul posto, che hanno controllato la carcassa. Si tratta di una giovane femmina di 28 chilogrammi che probabilmente si era allontanata dal suo branco di origine.

Il secondo episodio è ancora più recente: mercoledì un altro lupo è stato ritrovato morto a Novalesa, in Val di Susa. Si tratta di un’altra giovane femmina, pesante 25 chilogrammi, uccisa dalla collisione con un’automobile. Presumibilmente apparteneva al branco transfrontaliero della Haute Maurienne Val Cenischia, un nucleo che frequenta anche la zona di Novalesa e che da anni viene monitorato dagli agenti del corpo Forestale e dei parchi delle Alpi Cozie.

Le carcasse sono state consegnate ai veterinari dell’Università di Torino e dell’Istituto zooprofilattico di Torino, in collaborazione con il Cermas (il centro di riferimento per le malattie della fauna selvatica), per effettuare le autopsie e le successive analisi genetiche. Infatti, secondo specifico protocollo sanitario condiviso da tutte le istituzioni regionali competenti (complessivamente 23), dal 2006 tutti i lupi ritrovati morti in Piemonte vengono sottoposti a necroscopia per determinare con precisione ogni dato scientificamente significativo (localizzazione del cadavere, stato di salute e dati biometrici, cause dei decessi, eventuali avvelenamenti o azioni di bracconaggio, origine e provenienza, preparazione tassidermica).

Come detto, da gennaio 2016 ad oggi, nel territorio delle Valli Susa e Chisone, sono stati già ritrovati sette lupi deceduti in seguito a un investimento di auto o treni (cinque femmine e due maschi). Può sembrare un numero elevato, ma in tutto il mondo il traffico è la principale causa di morte per i lupi, seguito dal bracconaggio.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo