lavori strade torino
News
IL FATTO

Strade e cavalcavia chiusi: i lavori paralizzano la città

Lunedì si ferma il traffico sui cavalcavia di corso Grosseto e corso Dante

Il conto alla rovescia è ufficialmente partito. Da lunedì due degli snodi nevralgici per la circolazione di Torino chiuderanno al pubblico. Meno gravoso l’intervento sul ponte di corso Dante, chiuso nel tratto compreso tra corso Turati e via Nizza fino al 27 luglio per permettere i lavori di rifacimento del manto stradale. Decisamente più impegnativo è il cantiere che attenderà i quartieri della Cinque. La chiusura del sovrappasso di corso Grosseto consentirà l’installazione del cantiere per la realizzazione del collegamento della Torino-Ceres con la rete del servizio ferroviario metropolitano. Con disagi che dureranno tre anni.

Interventi previsti anche per il sottopasso Lanza che nei giorni 25, 26 27 e 28 luglio non sarà percorribile dalle ore 23 alle ore 5, per consentire lo spostamento dell’area di cantiere dalla semicarreggiata est a quella ovest. Nei quattro giorni indicati la viabilità, di giorno, all’interno della galleria sarà limitata provvisoriamente a una sola corsia per senso di marcia.

Migliorerà la situazione solo dopo il 29 quando, fino al termine dei lavori di rifacimento dell’illuminazione, la restrizione interesserà solo la semicarreggiata ovest, mentre la est tornerà ad essere aperta al transito su entrambe le corsie. Saranno molti anche gli interventi di manutenzione sulle strade. Dal 26 luglio al 4 agosto le carreggiate centrali di corso Duca degli Abruzzi, da corso Einaudi a largo Orbassano, chiuderanno al traffico, seppur solo parzialmente.
Il traffico verrà convogliato sulle corsie riservate al trasporto pubblico e sui controviali. Infine dal 31 luglio al 4 agosto, lavori per il rifacimento del manto stradale in corso Cairoli. Mezzi pubblici deviati e strade chiuse anche per lavori Gtt. Cantieri in via XX Settembre dal 31 luglio e fino all’11 agosto. E in via Accademia Albertina dal 21 agosto all’8 settembre.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo