Cronaca
Operazione della guardia di Finanza di Torino

Stampelle difettose e giocattoli fasulli made in Cina, sequestrati 23 milioni di articoli

La merce era stipata dentro scatoloni dove campeggiava il tricolore per richiamare l’italianità dei prodotti

Oltre 6.000 dispositivi ortopedici, tra cui migliaia di stampelle, sono stati sequestrati nei giorni scorsi dalla guardia di Finanza di Torino nel corso di una vasta operazione coordinata dalla procura del capoluogo piemontese.

LE STAMPELLE SI PIEGAVANO
Le stampelle, importate dalla Spagna ma prodotte in Cina, erano fabbricate in semplice lamierino e come appurato dai “baschi verdi” del gruppo Torino, che hanno condotto l’operazione, alle prove di sforzo o di resistenza, non reggevano, e si piegavano.

LE INDAGINI DELLE FIAMME GIALLE
Le successive indagini hanno portato i finanzieri a Monza, in Lombardia, dove presso un distributore sono stati individuati e sequestrati oltre ai dispositivi medici difettosi, migliaia di giocattoli pronti per essere venduti in vista delle imminenti festività natalizie, complessivamente oltre 23 milioni di articoli. Gli imprenditori, tutti di origine cinese, sono stati denunciati alla Procura per frode in commercio, false certificazioni di conformità, sicurezza giocattoli.

IL TRICOLORE SUGLI IMBALLI
Contestata, inoltre, anche la falsa apposizione della bandiera italiana sugli imballi quale “claims” promozionale sull’italianità dei prodotti, di fatto, però, importati dalla Cina.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo