squadra Nida
News
FALCHERA

Una squadra di calcio per la cittadella Nida

A un anno esatto dall’avvio dei cantieri, rinascono i campi abbandonati di via degli Ulivi

Il campo di calcio dedicato alla piccola Bea e a sua mamma Stefania è sempre più realtà. A un anno di distanza dall’avvio dei lavori, voluti dal Comune di Torino, si è già formata la prima “squadra”. Un team di bambini del quartiere Falchera, finalmente pronti per giocare a pallone su un vero terreno. «Un anno fa in quel campo – racconta il capitano della Nida, Walter Galliano – ci siamo imbattuti in topi, immondizia ( tanta) e abusivi che ci vivevano dentro. Oggi la situazione è cambiata di molto. A bordo campo ci sono una quarantina di famiglie che ridono e che scherzano guardando i loro figli giocare. Utopia fino a pochi mesi fa». Il futuro, però, parla un’altra lingua: campi di calcio, tennis, basket, volley e bocce che saranno realtà tra pochi anni. Il progetto stipulato dalla Nida con la Città di Torino prevede di inaugurare i nuovi campi nel 2025. La concessione trentennale riporterà lo sport e la riqualificazione a Falchera, tra strada Cuorgnè e via delle Querce, «nel nome della piccola Bea e di sua mamma, mancate troppo presto». Verranno riqualificati quattro campi da calcio a 5 e due da tennis già presenti. Poi si passerà alla costruzione di una piastra polivalente per pallavolo e basket.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo