Una signora indica il cartello che avvisa della presenza delle siringhe
Cronaca
VIA CHALLANT

Spuntano le siringhe nell’area giochi: la rivolta delle mamme della borgata

L’incubo dei drogati dopo due anni di chiusura. Genitori in rivolta: «Ora pulizia e controlli»

Restituito al quartiere dopo due anni di chiusura forzata, il giardino di via Challant finisce subito al centro delle polemiche delle mamme del quartiere Borgata Lesna a causa della presenza di un paio di siringhe trovate in mezzo all’erba. Tanto è bastato per scatenare il putiferio e per convincere un gruppo di cittadini ad affiggere un cartello, scritto a penna, davanti alla cancellata dell’area giochi. “Abbiamo trovato delle siringhe. Fate attenzione ai bambini”. E in effetti è proprio vicino agli scivoli che qualche drogato ha lasciato i segni del suo passaggio. In bella vista, alla portata della mano di un bimbo di pochi anni. Un pericolo da non sottovalutare secondo madri e nonne.

«Di giorno questo piccolo spazio verde è tranquillo – racconta Alessia, tendendo in braccio il suo piccolo -. I problemi li abbiamo tutti di sera. Vengono ragazzi più grandi e a volte sbandati. E i risultati sono davanti agli occhi di tutti». Certo, uno schiaffo alla recente inaugurazione. I lavori di riqualificazione, ad opera della Città, hanno comportato una spesa di 82mila euro. L’area giochi è stata ampliata come superficie e come numero di attrezzature, che sono state completamente rinnovate. Ma ora in ballo c’è la questione legata alla sicurezza, un nodo di non poco conto qui in Borgata Lesna.

Un problema già oggetto di una segnalazione da parte del candidato consigliere per il Pd in Circoscrizione 3, Vincenzo Grassano. «Io stesso ho visto le siringhe nel prato – racconta Grassano -, Chiedo alle istituzioni che si attivino perché un giardino, nuovo e tirato a lucido, non merita certe queste cattive frequentazioni». L’area è protetta da un muretto e di notte intrufolarsi, saltando il piccolo cancello, è un gioco da ragazzi. «Basterebbe anche solo il passaggio di una volante» è l’appello lanciata da una mamma.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Rubriche
LA RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo