img
Sport
BASKET La società analizza il momento dopo la brutta sconfitta contro Varese

«I contestatori hanno ragione. Dobbiamo ritrovare serenità»

Non finisce di sorprendere in negativo l’Auxilium Cus Torino, sponsorizzata Manital. Quando pareva che il peggio fosse dietro le spalle e che il rientro di Jerome Dyson e l’arrivo di Chris Goulding al posto di Andre Dawkins rappresentassero l’inizio di una fase di stagione finalmente tranquilla, la sconfitta al PalaRuffini contro l’Openjobmetis Varese (72-84) ha rimesso per l’ennesima volta tutto in discussione.

Al di là del risultato negativo, è stato il modo in cui è maturato che ha lasciato allibiti, avendo messo a nudo una squadra senza nerbo, che ha recuperato un primo quarto deficitario e una volta raggiunto il pareggio si è arresa senza più combattere. Un atteggiamento talmente irritante da sollevare i cori di dissenso dei sostenitori, che hanno invitato gli atleti a vergognarsi e ad andare a lavorare e il presidente Antonio Forni a non pagare loro gli stipendi.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo