Romelu Lukaku (Depositphotos)
Sportegolando
LA RUBRICA

Sportegolando

ORATORIO «Ci sono tornato dopo aver vinto l’Europeo perché da lì son nato. Ho sempre giocato in Oratorio con gli amici di mio fratello, mi sono sbucciato le ginocchia e son caduto sull’asfalto»
Alessandro Bastoni non ha dimenticato le sue origini

CALMO «Sapevo che sarei migliorato come giocatore, quindi il mio ritorno al Chelsea era solo una questione di tempo. Ho avuto due opportunità di tornare, nel 2016 e nel 2017, ma non è successo per vari motivi. Alla fine è successo adesso perché, evidentemente, è il momento giusto. Ho l’età giusta, la squadra sta facendo bene e c’è tutto perché abbia successo. Adesso sono più calmo. Sono maturato con la paternità e sono più rilassato. In Italia (all’Inter ndr) ho vinto e capito cosa serve per arrivare alla vittoria»
Romelu Lukaku riconosce l’eredità lasciata dalla Serie A

ABUSO «Qui a Foggia ho sempre lavorato bene, è una piazza che vive di calcio, la gente si interessa e a me interessa dare qualcosa alla gente. Qui si può fare, se uno lavora e riesce a fare quello che vuole. Sono tornato dopo tre anni di inattività perché c’era il Covid e durante quel periodo era difficile fare calcio. Ho aspettato che si risolvesse per tornare a fare quello che mi piace, non ho mai pensato di smettere. Ho parlato di abuso di farmaci, poi è venuto fuori che c’era doping vero»
Zdenek Zeman, a tutto campo

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Sportegolando
LA RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo