allegri-sportegolando
Sportegolando

Sportegolando

IDENTITÀ «Secondo me diamo ad Allegri delle attenuanti. Normale che se tra due mesi vedremo la stessa Juventus di oggi lo si può criticare. Oggi però è presto, anche se la Juve non mi sta piacendo. Fa fatica nei secondi tempo, non ha ancora identità e mentalità. Non basta forse un allenatore top in queste condizioni. Io però credo ne uscirà fuori, ma non mi aspettavo un avvio così. Si vede ancora poco, ma lo è da tempo ormai, il Dna Juve. Nel breve tempo Allegri deve riuscire a trovare la quadra a una squadra che dopo tre partite non mi aspettavo così in difficoltà». Alessio Tacchinardi legge a modo suo la crisi in casa Juve

VOCABOLARIO «Non ho le parole, ci sono persone che hanno un vocabolario più ampio per descrivere Leo come meriterebbe. Sarà sempre considerato tra i migliori al mondo. Da quando è arrivato si è adattato molto velocemente e si è allenato molto bene, cercando di raggiungere il suo massimo livello il prima possibile. L’ho sempre ammirato come avversario, vederlo allenarsi con noi è davvero bello. Non pensavo fosse possibile il suo arrivo. Quando si presenta un’occasione del genere e tutto si svolge così velocemente, potresti non rendertene conto subito». Mauricio Pochettino ancora non ci crede, ma sta allenando Leo Messi al PSG

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo