Roberto De Zerbi (Depositphotos)
Sport
RUBRICA

Sportegolando

SCOPERTA «Il nostro cammino sinora è importante, il mio compito è allenare. Per quanto riguarda il mercato, in tanti hanno giocato una partita fantastica. Sento il nome di Mac Allister, non è certo una scoperta, si sapeva anche prima del Mondiale che fosse un calciatore fantastico. Se devo essere sincero, spero che tutti i ragazzi che alleno possano giocare per le migliori squadre del mondo, ma mi auguro che abbiano la voglia e la fiducia di chiudere la stagione con me. Possiamo divertirci molto insieme e sappiano che se resteranno altri sei mesi qui possono ancora imparare qualcosa e soprattutto aiutarci a sognare traguardi importanti» Roberto De Zerbi dopo il 3-0 al Liverpool con il suo Brighton

CANTANTE «La vittoria contro la Juventus? La gioia è stata incredibile. Vincere 5-1 non è vincere 1-0, ancor di più se lo fai contro la Juve. Ti rendi conto che non c’è partita. Se questo continua a essere il Napoli sarà dura per tutte. Perché ha un gioco e ha una classe superiore. È come un cantante che subito riconosci, anche se lo ascolti solo alla radio: non c’è bisogno di guardarla. Credo che sia una delle squadre più belle d’Europa. Io quella parola non la dico, ma 9 punti dal Milan onestamente iniziano a essere veramente tanti. Ma sono già contento del Napoli per come sta giocando veramente da grande» D’Angelo, come tutti i tifosi del Napoli, sogna in grande

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo