Luciano Spalletti (Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

PRECURSORE «Luca è stato un uomo di grande carisma, precursore di grandi idee, visioni, in campo e fuori, me lo ricordo sempre nella Juve ed è stato tra i più a pressare alto ed in quel momento non si usava molto. Uno dei primi usciti dall’Italia che si é fatto valere in Premier, facendo poi anche l’allenatore, il commentatore, ricordo benissimo la sua competenza ed il rispetto di tutti, una grandezza in campo e nella vita. E ha speso tutto se stesso per noi perché l’abbiamo visto anche nell’ultimo mondiale dare consigli a tutti nonostante la sua condizione».
Luciano Spalletti ricorda così Gianluca Vialli

EMOZIONE «In Qatar siamo andati ad un passo dal nostro obiettivo, ovvero laurearci campioni del mondo, ma abbiamo portato a casa tante cose positive. Abbiamo affrontato in finale un avversario di altissimo livello. Non siamo rimasti sorpresi da come hanno giocato i sudamericani. Nella formazione titolare della nostra squadra c’erano 4-5 giocatori che non erano pronti fisicamente. Per alcuni questa finale è stata la prima e ha giocato a nostro sfavore l’emozione. Cinque giocatori sugli undici in campo dal 1’ non hanno saputo svolgere il loro compito. Non erano all’altezza di una partita del genere».
Didier Deschamps, riconfermato come ct della Francia, torna a parlare di Mondiali

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo