Fabio Capello (Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

CANTO DEL CIGNO «Messi ha fatto il canto del cigno e sono contento abbia vinto. Ronaldo? C’è il cigno bianco e poi quello nero. In questa edizione ha deluso il Brasile» Fabio Capello commenta così l’esito dei Mondiali

DUALISMO «In questi anni sono stati gli artefici principali di questo mondo, giocando benissimo e facendo tanti gol. Il dualismo tra loro li ha motivati nel tempo. Messi chiude la carriera con la conquista di un Mondiale, CR7 la termina in maniera diversa, ma comunque ha avuto una carriera straordinaria. Soprattutto qui, al Real Madrid, rimarrà per sempre nel cuore dei tifosi. Non so cosa farà in futuro, ha ancora voglia di competere ad altissimo livello. Se lo vedo in Arabia? Non credo che il mondo arabo possa essere adatto per lui» Ancelotti giudica così l’eterno dualismo tra Messi e CR7

LACRIME «Quando Messi ha alzato al cielo la Coppa del mondo gli occhi mi sono bagnati di lacrime. Ho pensato a tutto il percorso di Leo, a quello che ha vinto con il Barcellona, ai suoi dribbling, ai suoi gol. E poi però c’era quella specie di maledizione che non riusciva a scrollarsi dalle spalle. Giocava con l’ombra di Maradona che gli pesava, troppo spesso gli hanno chiesto quello che lui, forse, nel momento in cui glielo chiedevano, non poteva dare: avvertiva la responsabilità di dare felicità a un intero popolo» La finale di Qatar 2022 vista da Arrigo Sacchi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo