Benzema (Depositphotos)
Sportegolando
LA RUBRICA

Sportegolando

GIOVANI «Ci sono ancora qualche Champions da giocare e il Mondiale che è comunque una grande esperienza. In pochi possono dire di averlo giocato. E dopo il calcio ho in mente di allenare i giovani. Il mio obiettivo è aiutarli a diventare prima delle brave persone e poi degli ottimi calciatori. Devono capire che essere i migliori è più importante che segnare. Ho notato che oggi molti ragazzi non si allenano come si dovrebbe. Il loro unico obiettivo è segnare, ma devono capire che il calcio non è solo quello». Karim Benzema non è solo un Pallone d’Oro

SOLO «Fin da adolescente ho capito che, nonostante la famiglia e gli amici di sempre a Sant’Angelo Lodigiano, in questo mondo ero da solo e dovevo imparare a gestirmi da solo. Il prossimo obiettivo è confermare quello che abbiamo fatto l’anno scorso, che è la cosa più difficile: bisogna stare tutti quanti concentrati dentro il nostro sogno. La scorsa stagione dopo il derby di ritorno abbiamo capito che era un anno diverso, che eravamo lì per meriti nostri e che non dovevamo più sprecare nessuna partita. Arrivati a quel punto, è stato tutto semplice». Il segreto di Sandro Tonali, ormai intoccabile nel Milan

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo