Depositphotos
Sportegolando

Sportegolando

SPETTACOLO «In un calcio italiano, che fa del tatticismo e della furbizia le armi principali, ricercare lo spettacolo come il Napoli è un punto di merito»
Arrigo Sacchi si ritrova solo in una squadra di Serie A

FAMIGLIA «Mi dispiace. Avevo la fiducia del presidente e del direttore, mi affascinava la città, la favola del Perugia di Sollier, Curi, Vannini, come quella del Cagliari, quando le favole erano ancora possibili. Ho trovato bravi giocatori, ma tra loro non c’era quel legame vero che porta i risultati. Non era una famiglia. Quando non c’è famiglia, non c’è amore, non c’è passione. Non sono un pazzo. Non c’era questa differenza tecnica incolmabile tra noi e i primi. Ma bisogna credere all’impossibile, bisogna credere ai propri sogni»
Baldini in due mesi ha lasciato Palermo e Perugia

SPETTATORE «Sapessi come mi girano. Io sono incazzato sul serio, perché star fuori non mi sembra giusto. Non mi ritrovo nel ruolo di spettatore, non ne sono capace. Folle e visionario? Folle e visionario mi piacciono, si addicono alla mia natura. E’ stato un gran bel viaggio e io avverto ancora l’affetto della gente. Il resto, amarezza inclusa per l’epilogo, l’ho accantonato e non ne parlo. L’agenda è piena di appuntamenti ma la settimana di chi fa calcio è scandita da altro. Dalle tensioni, dallo stress, dalla curiosità, dalla passione»
Sabatini, ex ds della Salernitana, vuole tornare in fretta

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo