Fabio Capello (Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

OMBRELLONE «Mi sembra che Allegri stia vivendo la stessa cosa che ho vissuto quando sono tornato al Milan. Vede che le cose non vanno ma non riesce a far guarire la squadra. Cerchi di far fare certe cose che in campo poi non vengono eseguite. Io la leggo così. Quando è arrivato nell’ambiente è stato detto “ah, è arrivato l’ombrellone e noi siamo tranquilli”. Io non riuscivo a ottenere determinate cose da alcuni giocatori. La cosa che mi rattristava era che solo due anni prima riuscivo a vedere i giocatori che mi avevano dato tutto che e poi no. Le critiche sono tutte ad Allegri ma i giocatori non vengono toccati» L’ex allenatore di Juventus e Milan Fabio Capello sa da che parte stare

COMUNICAZIONE «Non c’è più tempo, mi meraviglio anche del fatto di una società che non parla. C’è stata una comunicazione errata da parte della società e anche da parte di Allegri, che ha fatto alcune dichiarazioni non belle nei confronti dei giocatori. Sicuramente hanno delle colpe, ma credo che le abbia anche l’allenatore. Adesso non c’è più tempo, ho la sensazione che questo gruppo sia di giocatori che societario non creda più in Allegri. E se questo è vero, ma mi auguro di no, non si può più andare avanti» L’ex centrocampista della Vecchia Signora Marco Tardelli giudica così la crisi juventina

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo