Olivier Giroud (Depositphotos)
Sport
LA RUBRICA

Sportegolando

SFIDE «Sono cresciuto con Buffon. Ho avuto la fortuna di allenarmi con lui, la sua scelta di tornare a Parma la vedo come una decisione romantica. Sono queste le sfide che lo stimolano a dare qualcosa in più»
Il portiere della Samp Emil Audero

GO-KART «Le dichiarazioni che Benzema faceva su di me mi facevano sorridere, anzi ridere. Al tempo la presi bene e oggi ancora di più. Anche qui, bisogna saper perdonare e non portare rancore. Io sono in pace e questo è possibile grazie alla mia fede. Se vinciamo gli Europei, andremo entrambi a festeggiare su una pista di go-kart, faremo una bella foto. Sono lontano dall’essere finito. Ho 35 anni, ma dentro ho l’ambizione di un ragazzo di 20. La squadra è molto forte a livello offensivo e rappresento una carta da giocare perché non ci sono giocatori simili al mio profilo»
Olivier Giroud vive bene la rivalità nella Francia

INCATENATO «Raspadori dovrà essere bravo a non farsi condizionare, ma ha grandi qualità e prospettive perché sa giocare in area, sa dialogare con i compagni ed è anche furbo nonostante la giovane età. Per me assomiglia ad Aguero e Muller. Chiesa invece ha delle doti uniche e straordinarie a livello fisico e tecnico, oltre al senso del gol, mentre per Berardi ho un debole tanto che a Firenze mi ero quasi incatenato per averlo e ci siamo stati vicini. Con due giocatori come Insigne e Berardi credo però che Immobile sia il miglior terminale offensivo per le sue caratteristiche»
L’ex allenatore della Fiorentina Montella sugli azzurri di Mancini

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo