paolo maldini of ac milan during Italian soccer Serie A season 2019/20, italian Serie A soccer match in cagliari, January 01 2020 - LPS/Luigi Canu
Sportegolando
RUBRICA

Sportegolando

GARANTE «Lo scudetto dell’anno scorso, da dirigente è stato un sigillo. Mi sento il garante dei tifosi rossoneri. Il nome della mia famiglia è legato al Milan dagli anni Cinquanta» Paolo Maldini, milanista per sempre

PERSONALITÁ « L’inizio di stagione non è stato quello ci aspettavamo. Ma dietro ci vedo sempre un’opportunità. Tutti dobbiamo dare qualcosa in più, essere più responsabili. Nulla è compromesso, dipende solo da noi e l’Inter ha questa forza perché l’ha già dimostrato, nel recente passato. No, Inzaghi non è nel mirino, non è giusto neppure che ci si senta. Il problema è di tutti. Ora serve personalità, per tirarsi fuori da questa situazione. Servono i fatti, però Inzaghi non si senta solo» Javier Zanetti ha già vissuto questi momenti da giocatore

DEPRESSIONE «Quando è arrivato il Covid è stato un periodo difficile. Mi svegliavo e non avevo fame: provavo a prendermi cura di me stesso. Non mi piace quella parola, ma si trattava di depressione. A livello personale non è stato facile stare da soli in un Paese che non è il mio. Lontano dalla mia famiglia, dai miei amici. Qualcosa non andava nella mia vita, ma mi ha fatto crescere. Sono andato avanti, sono migliorato. Pochi sanno cosa ho passato. Solo perché ti guadagni da vivere non significa che sei felice» La crisi personale di Benjamin Pavard, stella del Bayern

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo