Depositphotos
Sportegolando

Sportegolando

TATTICO «Inzaghi è cresciuto negli ultimi anni, ma alla fine è rimasto un buon tattico. Il principio è sempre il solito: primo non prenderle, poi si vedrà. L’Inter pratica un 5-3-2 con sovrabbondanza di giocatori in difesa, gli attaccanti e i centrocampisti sono sempre in inferiorità numerica. Allegri? Grande allenatore, grande tattico, che ha vinto tantissimo. Adesso i tifosi, che prima lo osannavano, chiedono la sua testa. Non sta ripetendo i successi del passato, ma la Juve vive momenti difficili da qualche anno. Allegri si basa su giocatori di gran classe che devono sostituire il gioco collettivo».
Arrigo Sacchi giudica gli allenatori di A in crisi

SCELTA «Una volta arrivata l’offerta, che tutti credevamo fosse buona, non si poteva dire di no ad un club come il Psg. Mi era rimasto un anno di contratto, e sia io che il Napoli avevamo interesse a trovare un’altra sistemazione. Penso sia stata un’ottima scelta. È successo mentre ero concentrato sulla preparazione col Napoli. I miei agenti mi hanno chiamato per informarmi che il Psg era interessato, poi ho parlato con Luis Campos che mi ha spiegato il progetto e anche con l’allenatore Galtier, che mi ha spiegato il suo modo di giocare, le idee. Quelle conversazioni mi hanno dato fiducia, quella voglia di essere qui con loro, di lavorare insieme».
Fabian Ruiz spiega la sua scelta di giocare a Parigi

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo