Jorginho (Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

PERSONA «Credo che quello di Koulibaly sia stato un acquisto molto positivo per il club. Non è solo un giocatore forte, questo lo sappiamo tutti, ma ci aiuterà non solo in campo ma anche negli spogliatoi. Ci darà una grossa mano per la persona che è. Si tratta di un ragazzo davvero eccezionale. Durante la trattativa, quando non si sapeva se sarebbe venuto a Londra o meno, gli ho scritto un paio di volte e l’ho chiamato per provare a convincerlo. Gli ho detto che volevo giocare di nuovo insieme, abbiamo scherzato un po’».
(Jorginho fa il talent scout per il Chelsea)

PRESSING «Tra le big il Milan è la squadra che pratica un gioco più europeo, però i ragazzi devono imparare a stare più compatti, più corti. Non ci devono essere più di trenta metri tra l’ultimo difensore e l’ultimo attaccante: solo così si beneficia della sinergia tra i reparti e si interiorizza il gioco. E poi pressing, tanto pressing: è la chiave del successo nel calcio moderno. Premesso che la differenza in una squadra la fa sempre il gioco, dico che mi aspetto molto da Leao. Ha tutto per esplodere definitivamente: fisico, velocità, fantasia. L’importante è che trovi continuità di rendimento all’interno della stessa partita e che non si assenti, com’è capitato in passato».
(Arrigo Sacchi è convinto che i rossoneri apriranno un ciclo)

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo