Roberto Mancini (foto: depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

TENTAZIONE «Se sono stato sfiorato dalla tentazione di lasciare più dopo aver vinto l’Europeo o dopo la mancata qualificazione al Mondiale? Più la seconda: mi sono trovato in una situazione molto difficile. Un po’ ci ho pensato dopo Wembley, ma c’era il Mondiale a poco più di un anno. Da quando sono ct ho sempre avuto un obiettivo: vincere Europeo e Mondiale. Un anno fa, con la coppa in mano, mi ero detto: “Ne vinciamo uno dietro l’altro”. Ma continuo a pensare che ne vinceremo uno, sì». Il futuro di Roberto Mancini non è mai stato così chiaro

FAME «A 27 anni sono nel pieno della mia carriera, penso di aver maturato la giusta conoscenza. Ho vissuto tante esperienze e ho vinto tanto. Sono grato per questa opportunità, ho fame, voglia di crescere e migliorare. Conquistare la seconda stella è l’obiettivo, è una delle prime cose che mi hanno detto Maldini e Massara». Divock Origi dopo Liverpool riparte dal Milan

VECCHIO «Mi piacciono le sfide e mi adatto a qualsiasi situazione. So che tutti dicono che sono vecchio, ma oggi ho un’esperienza che non avevo 20 anni fa. Quando c’è una partita importante, i ventenni diventano nervosi e preoccupati, ma io no». Dani Alves è a caccia di un nuovo contratto

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo