Depositphotos
Sportegolando

Sportegolando

STORIA «La mia prima sfida da allenatore al Rosario Central è la sua gente. Ho avuto tante offerte da molti club, ma Rosario ha quel qualcosa in più che viene dato dalla sua tifoseria. Ciò significa che se facciamo le cose bene possiamo fare tanta storia. Per questo ho piena fiducia che io e il mio gruppo possiamo fare qualcosa di buono qui. Antonio Conte è il mio modello, mi ha insegnato molto alla Juventus. Cercherò di far giocare la squadra un po’, anche solo la metà, di come giocano le sue. Di Maria? Non ci parlo ma posso dire che ovvio che vorrei venisse. A chi non piacerebbe. Quando la situazione sarà più calma, io lo chiamerò e gli chiederò cosa vuole fare». Carlos Tevez comincia la sua nuova vita da allenatore in Argentina

CAPPUCCINI «Senza l’Italia è come bere un cappuccino senza caffè. Sono triste che non ci siano i campioni d’Europa. E mi spiace per Verratti e Donnarumma. Sono certo però che sarà il più bel Mondiale della storia. Sono fiero del mio Paese. Verratti è come un figlio. Un giocatore fantastico, un esempio, nel cuore del progetto. Ne sono orgoglioso perché è pronto a morire in campo per la squadra. Pure da lui mi aspetto di più, che si prenda più responsabilità: le merita. Donnarumma? Parliamo del miglior giocatore dell’Europeo. Lui e noi sappiamo come stanno le cose». Nasser Al-Khelaifi, presidente del PSG

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo