Quagliarella
Sportegolando
Pillole di sport

Sportegolando

La provocazione di Adani e il segreto di Quagliarella

PROVOCAZIONE

«Max torna in un posto che conosce, riprende in mano il progetto che contribuito a far diventare grande. Ha esperienza, conoscenza, sa scegliere i calciatori, è un tecnico scaltro e sono certo che in questi due anni avrà incamerato nuove idee. L’opinione deve essere forte, chiara, deve interessare, come quella volta con Max: non possiamo giocare in ogni caso per lo zero a zero. Nessuna provocazione dunque. Guardiola da sempre, poi Flick, Tuchel recentemente e appunto Mancini hanno mostrato la via: si vince e si conquista la gente – soprattutto i giovani – attaccando, imponendosi con coraggio, credendo nel talento».

Daniele Adani promuove il nuovo corso della Juventus

PANDA

«Mancano pochi giorni alla fine di questo ritiro, preparatori e mister si preoccupano che possa farmi male. Mi trattano come un panda. Devo riposare tanto e bene. Dormo dalle 7 alle 9 ore a notte. Non sono uno che esce, sto a casa, guardo la televisione. Ma quando arriva mezzanotte … la mia compagna Debora ormai lo sa, mi dice ’andiamo a dormire’. A livello mentale quando ero giovane li soffrivo di più, le corse a secco, adesso metabolizzo. Un tempo poi i ritiri, anche quelli pre-partita, rendevano più solido il gruppo. Ora ognuno sta per conto suo. Una volta si faceva per evitare anche che uno andasse magari in giro la sera, ora con questi social dopo tre secondi lo sanno tutti».

Fabio Quagliarella racconta i segreti della sua longevità

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Sportegolando
LA RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo