Frank Kessie (Depositphotos)
Sportegolando
LA RUBRICA

Sportegolando

PRESIDENTE «Voglio restare per sempre. Mi piace tanto quando gli ultrà cantano: “Un Presidente, c’è solo un Presidente…”. Ecco, io voglio esserlo a vita. Almeno quella calcistica. Voglio il Milan» Kessie non vede altro futuro che non sia in rossonero

GLORIE «Bandiere della Roma? Da tempo dico che vorrei una partita “vecchie glorie-giovani glorie”, vorrei rivivere le vecchie glorie, ma non decido io, io propongo. Sono dell’idea che si debba comunicare senza gridare, si debba comunicare ai diretti interessati. Credo che chi fa comunicazione in una squadra di calcio debba preoccuparsi della tifoseria. Se poi ci sarà bisogno di parlare con un calciatore, è un altro discorso. La cosa importante è il rapporto con il tifo. Abbiamo visto anche quanto una tifoseria scontenta può essere negativa» Maurizio Costanzo segue la comunicazione della Roma

IDOLI «Purtroppo non c’è patriottismo nel nostro Paese. Se così fosse, i nostri grandi idoli e la nostra grande storia sarebbero rispettati. Invece sembra che l’unico posto dove la storia calcistica del Brasile conti poco sia proprio il nostro Paese. Al di fuori di esso, la gente ci rispetta molto, perché sanno che questa nazionale ha scritto pagine indelebili del calcio. E rispettano moltissimo anche chi gioca in nazionale, perché sono consapevoli che questa squadra ha avuto degli interpreti straordinari» Dani Alves contesta i tifosi che hanno criticato la Nazionale

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Sportegolando
LA RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo