Antonio Conte (foto: Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

TALENTUOSI «Sono i prospetti ideali per la filosofia del Tottenham: giovani, talentuosi e con margini di miglioramento. Sono giocatori importanti per il futuro. Qualcosa in passato è stato sbagliato, altrimenti non si lascerebbero partire giocatori in prestito a gennaio. Noi dobbiamo comprare giocatori per rinforzare la squadra, ma se cedi in prestito giocatori che hai preso negli ultimi due-tre anni vuol dire che qualcosa è stato sbagliato».
Antonio Conte soddisfatto per gli arrivi di Kulusevski e Bentancur dalla Juve

SINCERO «Il mercato si è concluso, stop. Inutile parlarne. Qualsiasi tipo di discorso si può ritorcere contro la squadra. Quindi non c’è più niente da dire, dobbiamo fare meglio con questi giocatori. Non ci sono alibi. Cabral vediamo cosa ci può dare. Io l’ho seguito pochissimo, sono sincero, ma lo staff lo conosce. Nei giorni scorsi lo abbiamo provato da esterno, poi vedremo se può fare la punta. Ma anche Felipe Anderson, con le sue caratteristiche, può fare il centravanti. Con Lotito mi sono sentito due o tre giorni fa. Il nostro è un rapporto molto diretto. Gli dico quello che penso e lui lo stesso. Se non sono scontento? Non casco nelle trappole, ho 63 anni».
Maurizio Sarri si aspettava di più dal mercato della Lazio

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo