Lorenzo Pellegrini
Sportegolando

Sportegolando

CUORE
«Quando avevo 16 anni hanno scoperto che nel mio cuore c’era qualcosa che non andava. Mi dissero che avrei dovuto smettere di giocare dai sei agli otto mesi e che dopo avremmo valutato»
Lorenzo Pellegrini, capitano della Roma

DIECI MINUTI
«Non posso dimenticare il giorno in cui uscendo di casa lo trovai fermo all’angolo ad aspettarmi: in dieci minuti mi spiegò che l’Inter attraversava un brutto momento, che bisognava immediatamente intervenire, ma aggiungendo che avrei dovuto farlo io. In quei pochi minuti riuscì a raccontarmi praticamente tutto e anche a convincermi del fatto che fondamentalmente avrei potuto fare qualcosa. Prisco fece tutto affinché la trattativa iniziasse e finisse come desiderava, organizzò anche gli incontri»
Massimo Moratti ricorda così l’amico Peppino Prisco

PRIMA FASCIA
«Chi viene a Empoli è consapevole di trovare una piazza giusta per valorizzarsi. Siamo concentrati a raggiungere il nostro scudetto che è la salvezza quindi il nostro obiettivo è quello di trattenere i calciatori e se possibile migliorare la squadra. So che vi sono diversi ragazzi attenzionati. Vi sono diversi giocatori che in prospettiva potrebbero giocare in club di prima fascia come lo stesso Napoli. Penso a Pinamonti, che non aveva mai trovato un ambiente così attento»
Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo