Joachim Low (Depositphotos)
Sportegolando
RUBRICA

Sportegolando

ORGOGLIO

«Per me è motivo di grande orgoglio sedere sulla panchina che è stata di Boskov, un grande allenatore e un grande comunicatore»
D’Aversa comincia così la sua nuova avventura alla Samp

ADDIO

«Dopo 15 anni in prima linea, sono felice di riposarmi un po’. Sono in totale pace con me stesso. Mi tengo stretto il percorso, anche umano, di questi anni in nazionale. Sono nate amicizie che proseguiranno anche oltre il mio addio. E sono incredibilmente felice di questo, perché è ciò che fa di te un allenatore. Ozil, una grande delusione dal punto di vista umano. Quando nel 2018 Mesut ha voluto lasciare mi è dispiaciuto, ma è stato ancora più triste che dopo l’addio non abbiamo praticamente più parlato»
Joachim Low lascia sereno la Germania

FISICO

«Il mio fisico è cambiato e la forma non è la stessa di qualche anno fa. Me ne rendo conto nel tempo che impiego per recuperare e smaltire la fatica fra una partita e un’altra. Continuerò ad avere una grande cura del mio fisico. Dopo la Champions ho ancora dei sogni da raggiungere. In primis il Mondiale, che è ancora un conto in sospeso. Impossibile, per quanto mi riguarda, non pensarci. Quando mi sono fatto male nella finale di Champions ho immediatamente capito che non avrei potuto finire la partita. Mi sono disperato»
Thiago Silva fissa gli obiettivi per il suo futuro

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo