Zlatan Ibrahimovic (Depositphotos)
Sportegolando

Sportegolando

MEDAGLIE D’ORO «Due partite molto difficili, due grandi squadre. Questa è stata una gara esaltante, forse la più bella del campionato. Vincere a Napoli e Torino significa avere due medaglie d’oro» Gasperini ora sa di avere un’Atalanta da scudetto

VOLONTÁ FEROCE «L’addio è stata una grossa emozione per gli 8 anni trascorsi in rossonero, il Milan è una famiglia per me. Il club ha fatto le sue scelte, io le mie, ma non c’è alcun problema con la società, i miei ex compagni, i tifosi. Porto tutti nel mio cuore. Era un pezzo che il Psg mi seguiva, era quasi scritto che venissi qui: mi ha conquistato la loro volontà feroce di ingaggiarmi e l’ambizione del club. Avremmo dovuto chiudere il discorso molto prima ma non serve ripensarci, ora bisogna guardare avanti» Gigio Donnarumma tra passato e presente

MENTALITÁ MESCHINA «Tutti considerano lo United un top club, uno dei più ricchi e potenti al mondo, e dall’esterno io pensavo allo stesso modo. Ma appena ci sono entrato, ho scoperto una mentalità meschina. Una volta, quando ero in albergo con la squadra prima di una delle partite, ho avuto sete. Ho aperto il minibar e mi sono preso un succo di frutta. Dopo un po’ mi è arrivato lo stipendio. Di solito non leggevo la busta paga, ma quella volta mi sono incuriosito e ho capito che una sterlina era stata detratta dalla mia retribuzione» Ibrahimovic non ricorda con piacere l’esperienza allo United

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo