Gattuso (Depositphotos)
Sportegolando
LA RUBRICA

Sportegolando

TERRONE

«Perché non chiedete ai miei ex compagni e ai giocatori che ho allenato del mio rapporto con loro? Io mi sono preso del terrone in tutti gli stadi: come razzista non sarei molto credibile»

Rino Gattuso ribatte alle accuse delle ultime settimane

EVOLUZIONE

« L’Italia l’ho sempre messa nelle quattro finaliste. Ho visto la crescita della squadra, un’evoluzione che può portare benefici al nostro movimento. Direi una cosa al calcio italiano, spero non si guardi più a cosa facevano altri 10 anni fa, guardiamo a quel che fa Mancini. L’Italia è una squadra che gioca un bel calcio, veloce. Sono attenti e aggressivi, il tutto accoppiato a una certa qualità, ci sono tutti i presupposti per fare bene. Cosa dobbiamo temere? Che non ci addormenti. La Spagna gioca un calcio lento»

Fabio Capello presenta la semifinale con la Spagna

PRONTO

«Quando mi sento preso per il c**o è difficile che poi accetti una persona. Quando l’Inter decise di darmi via, mi hanno detto le cose come stavano. Mi sono giocato le mie possibilità e non le ho avute. Lui non mi ha mai detto che sarei partito come titolare, non mi ha mai spiegato quale sarebbe stato il mio ruolo, ma mi ha detto che mi dovevo tenere allenato per farmi trovare pronto. Poi è discutibile il fatto che non ho mai avuto 40 minuti di tempo per mettermi in gioco»

Radja Nainggolan e il difficile rapporto con Antonio Conte

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo