Kjaer
Sportegolando
LA RUBRICA

Sportegolando

OLTRETOMBA «Zeman sostiene che Totti sarà ricordato da tutti e io al massimo solo a Bari? Parla pure lui adesso, si è svegliato dall’oltretomba. Non sono mai stato invidioso di nessuno e non sono un rosicone»
Antonio Cassano non si pente e rilancia dopo il Tapiro

SEGNALE «Fin dall’inizio ho detto che volevo dare una mano importante alla squadra. Poter restare ancora al Milan è un sogno, non voglio stare in nessun altro posto, sto troppo bene qui. Sono orgoglioso di essere qui. Il Milan per me è sempre stato il club più grande del mondo, per la sua storia. Ho prolungato fino al 2024, spero di vincere qualcosa prima di andare via. Voglio lasciare il segnale che un danese come me ha fatto qualcosa di importante nel Milan. Voglio finire qui la mia carriera, non nel 2024 perché sono ancora giovane»
Ecco perché Simon Kjaer ha prolungato il suo contratto

PIAGNONE «Io non ho mai parlato degli arbitri, credo sia una categoria da difendere e non da offendere. Al netto del risultato, vorrei comunque giocare alla pari. Mio nipote ha quattro anni, lo vede anche lui che è rigore. Non voglio passare per piagnone. Già sono penalizzato a giocare contro l’Inter perché giochiamo contro una squadra più forte. Non voglio aiuti, ma almeno il mio. Va bene il falco, va bene qualsiasi cosa, purché si utilizzi nella maniera corretta e ci sia finalmente una oggettività rispetto a quello che sono i fatti. I primi a trarne vantaggio sarebbero proprio gli arbitri»
Aurelio Andreazzoli, battuto dall’Inter e penalizzato dall’arbitro

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo