manette carabinieri
Cronaca
L’uomo aveva già colpito a Torino, Pescara e Genova

Specializzato in truffe a parroci e sacerdoti, 41enne di Fossano arrestato dai carabinieri

Salvatore Chinnici, 41 anni, si spacciava per prete. Chiedeva soldi per un suo conoscente in difficoltà. Poi si presentava con un’altra identità, ritirava il denaro e spariva
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

I carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Trieste via Hermet hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Torino nei confronti di Salvatore Chinnici, 41 anni, di Fossano (Cuneo), ritenuto responsabile di numerose truffe ai danni di religiosi e parroci di chiese nelle province di Torino e Pescara, tra febbraio e aprile.

IL TRUFFATORE E’ STATO BECCATO DAI CARABINIERI
Coordinati dal pm torinese Paolo Scafi, i militari lo hanno rintracciato nel capoluogo giuliano, alle 3.30 di oggi all’interno di una camera di una struttura ricettiva nei pressi della stazione ferroviaria. Secondo gli investigatori, la presenza di Chinnici a Trieste non era casuale: dopo aver colpito a Torino, Pescara e Genova, avrebbe scelto la città per portare a segno ulteriori truffe contro sacerdoti e religiosi.

STAVA PREPARANDO L’ULTIMO COLPO A TRIESTE
Ieri aveva effettuato una decina di telefonate a istituti ecclesiastici e parrocchie. Il modus operandi era lo stesso: dopo aver contattato i religiosi qualificandosi come sacerdote di Roma, chiedeva loro di anticipare 400/500 euro per un suo conoscente in difficoltà economiche. Si presentava quindi con un’altra identità per ritirare il denaro e faceva perdere le proprie tracce. Per fatti analoghi commessi in Liguria, Chinnici era già stato arrestato l’8 marzo scorso dai carabinieri di Genova, ma era stato scarcerato dopo pochi giorni.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo