autobus carabinieri
Cronaca
IL FATTO

Sparo contro bus a Torino, rintracciata e denunciata una coppia

Residenti in provincia di Asti, l’uomo (36 anni) nascondeva la pistola ad aria compressa sotto il cuscino

I carabinieri hanno rintracciato e denunciato una coppia, ritenuta responsabile di aver sparato contro un autobus nella giornata di domenica scorsa in corso Rosselli, all’altezza della rotonda di corso Duca degli Abruzzi, nel centro di Torino.

DENUNCIATI DUE RESIDENTI IN PROVINCIA DI ASTI
A chiamare i carabinieri era stata una passeggera. La coppia viaggiava su una Peugeot scura. Questa mattina, i militari della Stazione Torino Borgo San Secondo e della Nucleo Operativo Torino San Carlo hanno denunciato per danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio un 36enne e una 29enne, residenti in provincia di Asti.

IN CASA LA PISTOLA AD ARIA COMPRESSA
Le perquisizioni a casa e in macchina hanno permesso di ritrovare e sequestrare una pistola ad aria compressa, con caricatore inserito e priva di tappo rosso, nascosta sotto il cuscino della camera da letto dell’uomo, 1500 pallini in metallo per armi ad aria compressa, una carabina ad aria compressa calibro 4.5 e un mirino ottico di precisione. La pistola sequestrata potrebbe essere l’arma utilizzata per sparare contro il bus.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo