vaccini
News
IL CASO

Sono spariti i vaccini contro l’influenza. Per i farmacisti è impossibile richiederli

Si tratta delle dosi di ulteriori forniture che erano state destinate ai mutuati dei medici di famiglia

I vaccini contro l’influenza sono terminati. La quasi totalità dei medici di base della città si sono visti costretti a cancellare le prenotazioni ai loro assistiti e la conseguenza è il caos e la paura. È vero sì, che la prima partita di vaccini ordinati dai medici è arrivata puntuale nelle farmacie e poi è stata ritirata dai dottori, ma si trattava solo di solo di un primo invio calcolato su numeri che si riferiscono allo scorso anno, in periodo no Covid. Erano attese altre forniture necessarie per far fronte alle richieste di chi ne ha diritto, a cominciare dagli over 60. I farmacisti allargano le braccia: «Nell’ultima settimana – spiegano all’Ordine professionale – solo sette-otto farmacie sono riuscite ad inoltrare gli ordini». Gli altri farmacisti si sono visti rispondere picche: «Una volta inoltrata la richiesta nel sistema informatico – sottolinea Fimmg, la federazione dei medici di famiglia – sul terminale delle farmacie compare una schermata eloquente con una scritta rossa in stampatello maiuscolo, preceduta e seguita da una serie di punti esclamativi: vaccini terminati». Eppure l’assessorato regionale alla Sanità, ne aveva acquistati più di un milione. Dosi sparite nel nulla.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo