IL FATTO Un uomo di 81 anni accusato di tentato omicidio

Spara al vicino di casa quattro colpi di pistola. «La tv mi disturbava»

Ferito all’anca da un proiettile ora è al Cto. Dopo l’agguato va in caserma e si costituisce

Ferito, è stato soccorso e trasportato in ospedale (foto di repertorio)

Di quel vicino non ne poteva più. O forse non tollerava d’avere dei vicini di casa perché i motivi che hanno indotto Giulio Nappo, 81 anni, originario di Napoli, ma residente in un cascinale di Corio Canavese, a sparare quattro colpi di pistola contro il suo dirimpettaio, sono decisamente sproporzionati rispetto all’atto compiuto dall’anziano pensionato.

Una volta era l’auto parcheggiata malamente (a dire di Nappo) nel mezzo del viottolo che porta al cortile comune, un’altra il volume del televisore troppo alto o semplicemente perché Raffaele D’Apolito, la vittima, anche lui pensionato, ma di 72 anni, si «era permesso» di invitare a cena qualche amico, fatto sta che tra i due vicini di casa le discussioni e le liti erano all’ordine del giorno.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single