Schermata 2017-09-21 alle 01.17.00
News
CORSO GROSSETO

“Sono tornate le baracche tra gli alberi sotto il ponte”

Individuate dai residenti della Quinta e Sesta circoscrizione

Hanno trovato la pace e la tranquillità sotto il ponte di corso Grosseto, a due passi da piazza Rebaudengo. Costruendo tra la fitta vegetazione una serie di piccole baracche di fortuna, cinque-sei quelle individuate dai residenti della Quinta e Sesta circoscrizione nel corso di un recente sopralluogo. Un gruppetto di disperati avrebbe, così, finito per colonizzare la sponda sinistra che si trova a fianco della tangenziale che conduce a Caselle.

Terreni abbandonati, in direzione via Germagnano, diventati la meta prediletta di chi non ha perso tutto. A scoprire le casette in legno e lamiera è stato il coordinamento comitati Torino Nord che in passato si era già occupato di altri fenomeni analoghi. Le baracche sarebbero spuntate come funghi e ad attirare gli automobilisti sono stati i soliti fumi, certo meno invasi di quelli provenienti dai campi nomadi ma pur sempre una minaccia per gli occhi e per l’olfatto. «Si tratta di costruzioni non autorizzate – denunciano i rappresentanti dei comitati -. Sono strutture abusive versano in condizioni fatiscenti e sono realizzate con una serie di materiali di scarti e lastre. Insomma la solita storia».Preoccupati sono anche i vicini di casa dei clochard.

E al momento risulta difficile dar loro torto. Soprattutto considerando il precedente: le numerose baracche abusive sorte lungo la ferrovia di corso Vercelli e poi sgomberate ad inizio anno con una duplice operazione. Dopo gli appelli lanciati dai comitati spontanei di zona alla prefettura, Rfi ha provveduto a sgomberare tutti gli appezzamenti di fortuna sorti sui terreni di sua competenza.

E in collaborazione le forze dell’ordine è cominciata la bonifica dell’area, ex orti abbandonati, o in alcuni casi venduti, trasformati in mini-appartamenti per chi non ha più un tetto sopra la testa, compresi gli ex abitanti del vecchio campo nomadi di lungo Stura Lazio. Sotto il ponte di corso Grosseto, secondo i cittadini, potremmo essere all’inizio di un nuovo problema. «Ecco perché – continuano dal quartiere – segnaleremo il caso alla polizia municipale e al Comune. Poi ci auguriamo che l’area venga sigillata, in quanto il pericolo di nuove occupazioni è sempre dietro l’angolo»

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo