stadium allianz gn
Sport
JUVE, MINIMI STORICI

Solo 9 vittorie in casa. E Allegri va a caccia del “fattore Stadium”

Ritrovare il fattore Stadium per chiudere i conti, o quasi, con la Champions League. Se Andrea Agnelli, da primo tifoso bianconero qual è, sogna la debacle totale delle altre tre là davanti – Milan, Inter e Napoli – per andarsi a prendere lo scudetto, al pragmatico Massimiliano Allegri, invece, basta vincere domani all’ora di pranzo per mettere in cassaforte la “pratica Champions”, il minimo sindacale per questa Juventus.

GIARDINO DI CASA
Quello che è mancato, in questa stagione, oltre ad un super bomber come Cristiano Ronaldo, sono stati i risultati, le vittorie tra le mura amiche. Basta dare un’occhiata alle statistiche dei dieci campionati allo Juventus Stadium prima e all’Allianz poi per capirlo. È mancato il fattore Stadium. Il fattore che dall’8 settembre 2011 in avanti ha lasciato veramente le briciole ai nemici. Briciole che, però, nelle ultime stagioni si sono trasformate in veri e propri bocconi appetitosi. Nel primo anno di Stadium (2011/2012), 13 vittorie, sei pareggi e zero ko per la Signora; nel 2012/2013, 14 vittorie 3 pari e 2 ko; clamoroso il 2013/2014, con 19 vittorie su 19 partite in casa. Il primo anno di Allegri (2014/2015), 16 vittorie e 3 pareggi. Nel 2015/2016, 16 successi, 2 pari e una sconfitta. Nel 2016/2017, 18 vittorie e un pari, Juve di nuovo imbattuta. Nel 2017/2018, 16 vittorie, 1 pari e 2 ko. Nel 2018/2019, 15 vittorie e 4 pareggi. Nel 2019/2020, l’anno di Sarri, 16 successi, due pari 1 e un ko. Con Pirlo – stagione 2020/2021 -, 14 vittorie, due pari e 3 ko. Numeri, questi, che sono crollati quest’anno: mancano ancora due sfide tra le mura amiche – Venezia e Lazio – e la squadra di Allegri ha collezionato solo 9 vittorie, 4 pareggi e soprattutto ha incassato 4 sconfitte stagionali. Numeri che dicono tutto della stagione sull’ottovolante – tra alti e bassi – della Vecchia Signora. Un andamento inspiegabile per i bianconeri, che nei primi 10 anni di Stadium, più che una casa, avevano fatto del loro impianto di gioco un vero e proprio fortino. Allegri dovrà ripartire da questi numeri. E già da domani con il Venezia, imprimere una svolta.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo