NICHELINO-CANDIOLO

Soffitti pericolanti in aula: sgomberate due materne

Decine di bambini costretti a traslocare per precauzione

La Collodi di Nichelino

Bimbi evacuati, ieri mattina, dalla scuola materna Collodi di via Cacciatori per problema a un controsoffitto. L’allarme è stato lanciato dalla dirigente del IV Circolo, avvisata da alcune maestre che avevano notato un avvallamento sospetto. Per precauzione e per non rischiare l’incolumità dei 70 bambini che frequentano l’asilo, si è quindi preferito trasferirli nel vicino plesso dell’elementare Gramsci agevolando così le verifiche dei tecnici ed evitando ai piccoli alunni di perdere giorni di scuola. Immediatamente avvisate le famiglie, visto che la scuola resterà chiusa ancora per tutta la giornata di oggi. L’amministrazione, dal suo canto, è subito intervenuta per le verifiche del caso che si sono protratte per tutto il pomeriggio di ieri. Scongiurato, per fortuna, il pericolo di crollo. «È stata riscontrata una leggera flessione a una soletta del controsoffitto e l’amministrazione comunale, sentiti i tecnici, ha ritenuto opportuno chiudere la scuola in via precauzionale – assicurano dal Comune -. Non vi è alcun pericolo concreto di crollo, ma la sicurezza dei bambini e del personale è prioritaria. Gli esiti sulla verifica statica della soletta sono attesi nei prossimi giorni». Si va dunque coi piedi di piombo pur di garantire la completa sicurezza, memori anche del brutto incidente occorso nell’ottobre del 2016 in un’aula della scuola elementare Rodari. Una bimba di otto anni era rimasta ferita alla testa dal crollo di una porzione del soffitto e ricoverata al Regina Margherita ed erano rimasti coinvolti altri due bimbi, sfiorati dai calcinacci. Il soffitto era stato controllato pochi mesi prima, così come quelli di tutte le scuole di Nichelino, ma da allora il Comune ha avviato controlli ancora più serrati su tutte le strutture.

Chiusa per verifiche al controsoffitto anche la sezione primavera e la sezione B della scuola materna comunale di Candiolo. Negli scorsi giorni alcune maestre avevano riscontrato dei rumori e il Comune ha preferito spostare gli alunni nelle sezioni vicine per permettere sopralluoghi e verifiche di vigili del fuoco, subito intervenuti, e del collaudatore dei lavori antisismici. Sin da subito non sono state riscontrate anomalie, ma l’amministrazione, in accordo con la dirigenza, ha deciso di effettuare ulteriori verifiche tecniche prima di far rientrare in aula i bambini.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single