In 60 al ristorante per la prima comunione: arrivano i carabinieri (foto di repertorio)
News
CARMAGNOLA

I sinti in galera e ai domiciliari ma col reddito di cittadinanza

Denunciati sei nomadi proprietari di appartamenti, terreni e veicoli

Alcuni di loro sono in galera, altri ai domiciliari e chi non ha problemi con la legge è proprietario di immobili, automobili e terreni. Tutti però sono accomunati da un particolare: percepivano il reddito di cittadinanza. Ovviamente senza averne alcun diritto.

A scoprirlo sono stati i carabinieri della compagnia di Moncalieri, nel corso di controlli nei confronti di alcune famiglie sinti residenti sul territorio. Le verifiche hanno permesso di scoprire una serie di irregolarità relative alla richiesta del reddito, in conseguenza delle quali sei persone – tra cui una intera famiglia di padre, madre e figlio – sono state denunciate per la violazione del relativo decreto legge. In caso di condanna, rischiano dai 2 ai 6 anni di carcere.

Secondo quanto è stato accertato dai carabinieri, i sinti avrebbero percepito illecitamente il reddito di cittadinanza inoltrando all’Inps false dichiarazioni.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo